L'indice dei VRay Tutorial


6

Maxwell render: il bello dell'Un-biased

Sharing is caring!

maxwell

Dedicato a chi non sa, ma vorrebbe sapere, cos’è Maxwell Render.

Maxwell Render è un motore di render di nuova concezione (ormai non più così nuova!), non basato sull’idea di cercare scorciatoie per imitare il comportamento della luce, ma sull’idea di esatto riproduttore della luce.

Si può subito intuire quando oneroso possa essere in termini di tempi di calcolo dover riprodurre l’esatto comportamento della luce anziché approssimarla. Un motore di render basato sull’approssimazione (Final render, tanto per citarne uno) è costituito da una serie di algoritmi che costruiscono un modello che imita quello che la luce reale fa: questo tipo di approccio è detto Biased. Ma concentramoci stavolta solo su Maxwell, che segue il concetto opposto, ovvero Un-Biased.

Personalmente trovo che Maxwell sia straordinario, la qualità delle immagini che genera è incredibile! Purtroppo i tempi di render sono molto lunghi (per alcuni interni si parla di 20/25 ore), ma nonostante tutto Maxwell Render è affascinante! I settaggi sono davvero semplici, e moltissimi materiali sono gratuitamente scaricabili dal sito della casa madre.

shader La funzione che più mi ha entusiasmato è il Multi light. In pratica con tale funzione è possibile modificare la diversa intensità delle luci in scena anche a rendering finito.

Questo perché Maxwell calcola e memorizza il contributo di ogni singola fonte luminosa, dunque a rendering ultimato basta cambiare i valori, cliccare su “refresh” ed il render sarà modificato in pochi secondi.

Attualmente l’ultima versione è Maxwell Render 1.1 ma tranquilli… ora vi lascio il tradizionale elenco di link da consultare.

Naturalmente non suggerisco di cambiare le abitudini, né di abbandonare i motori a cui siamo tanto affezionati… ma più si sa meglio è! Son sicuro di trovarvi d’accordo.

Le cose da dire su Maxwell Render sono tante, questo è solo l’inizio. Sicuramente nei prossimi post non mancherò di riproporre l’argomento.

(Maxwell render esiste sia in versione stand alone che come plugin per i maggiori software in circolazione)

Tags: , , , ,

6

Commenti

  1. » Motori di render: quale scegliere? ‘‘ Grafica 3d blog 15 aprile, 2007 11:12 am

    […] Altro motore di rendering interessante, sebbene richieda uno (o più?) computer di buona potenza è Maxwell Render, ma per questo ti consiglio di leggere un articolo precedente: Maxwell, il bello dell’unbiased. […]

  2. asep 28 aprile, 2007 4:38 am

    I realy want to learning abaout maxwell renderer, thank you

  3. Nuova guida italiana all’uso di Maxwell Render! 2 dicembre, 2008 2:23 am

    […] (Varie volte ho parlato di questo – ormai celebre – motore di rendering prodotto dalla Next Limit, se dovesse suonarti nuovo allora dai uno sguardo al mio primo articolo su Maxwell Render) […]

  4. nellone 17 giugno, 2011 11:43 pm

    salve a tutti,
    io utilizzo maxwell come motere d render e mi sto trovando a dover affrontare questo grosso problema del tempo!!!!!mamma mia quanto è lento…x qst volevo sapere se tu ciro sapevi se esistesse qualche scorciatoia(ho letto di noise o qualcosa del genere) che mi potessi consigliare…spero tu mi possa aiutare!!!!:D

  5. radiosity 10 settembre, 2011 4:10 pm

    maxwell è lento per definizione, ovvero, è anche veloce, ma essondo unbiased deve fare un sacco di calcoli,poichè usa solo parametri reali….basati su parametri di laboratorio…fisicamente corretti ed accurati

  6. manuel amici 23 luglio, 2015 7:11 am

    Ma M.R. si interfaccia con 3DS?

Lascia qui il tuo commento




    -->
  • NEWS
    IL NUOVO LIBRO DI CIRO SANNINO Sito ufficiale:V-Ray Book (in aggiornamento)

    Piattaforma E-learning, con tanti
    vray training a disposizione.