L'indice dei VRay Tutorial


6

PS3: W3lcom3 Chang3

Sharing is caring!

ps3a.jpg

PS3: “W3lcom3 Chang3″…

Così recitò lo sponsor di Play Station 3, l’ultima nata in casa Sony, la terza, dopo le pluri millionarie Play Station e Play Station 2.

Cerchiamo di inquadrare questa PS3, la quale, a differenza delle sorelle minori, non ha una posizione ben chiara e negli intenti della casa madre dovrebbe (o vorrebbe) assurgere a più di una funzione.
La Play Station 3 ha come cuore pulsante l’ormai famoso Cell, processore nato dal lavoro sinergico di Sony, Toshiba ed IBM. Il Cell è un chip basato su una tecnologia multi core capace di adattarsi ad un’elevata quantità di dispositivi ed applicazioni. Considerando l’alta capacità di calcolo, con frequenze che possono superare i 4 GHz, il Cell avrà la possibilità di sfruttare le risorse inutilizzate tra dispositivi connessi tramite banda larga che utilizzano la stessa architettura, andando a creare una sorta di “super computer”.

Ciò che diversifica il Cell dai core di ordinaria fattura è proprio il processo con il quale è stato creato.

  • Al posto del Core principale, troviamo i PPE (PowerPC Processing Element), ed otto core specifici, chiamati SPE (Synergetic Processing Element).
  • I PPE permettono, tramite una serie di istruzioni chiamate Power, di accedere in maniera diretta alla RAM utilizzando due Chache (L1 e L2).
  • Le SPE invece dispongono di una memoria locale di 256k, il loro compito è quello elaborare le informazioni ricevute dai PPE, distribuite ed organizzate da quest’ultimi.

La PS3 non sfrutterà al massimo le capacità del Cell, per problemi di costi, per problemi di tempo ed anche per problemi causati dal processo produttivo a 90 nm e relativi probabili surriscaldamenti della macchina se sforzata troppo.

Il Cell (nella PS3) è settato ad un frequenza di 3.2 GHz, delle 8 SPE “solo” 7 verranno utilizzate, la gpu è una G70 Nvidia, ribattezzata da Sony RSX, che, a differenza della GPU di 360 non è stata sviluppata ad hoc bensì presa in licenza e semplicemente montata all’ interno della console, senza alcuna modifica esterna da parte di Sony (la GPU viaggia a 550 MHz. Non sono riscontrabili le reali prestazioni, nonostante appartenga alla serie 7 Nvidia, a causa del frettoloso affiancamento al Cell).

Le specifiche nel dettaglio:

CPU: Processore Cell
GPU: RSX
Audio: Dolby 5.1, DTS, LPCM, ecc. (elaborazione di Cell).
Memoria: 256 MB XDR RAM principale, 256 MB GDDR3 VRAM
HDD: 2.5″ Serial ATA (60GB).

I/O

USB 2.0 (x4).
Memory Stick/SD/CompactFlash.

Comunicazione
Ethernet (10BASE-T, 100BASE-TX, 1000BASE-T) input x 1.
Wi-Fi 802.11 b/g.
Bluetooth 2.0 (EDR).

Uscita AV
Risoluzione: 480i, 480p, 720p, 1080i, 1080p.
HDMI OUT (x 1 / HDMI NextGen).
AV MULTI OUT (x 1).
DIGITAL OUT (OTTICO) x 1.

Unità BD / DVD / CD (Sola lettura)
Velocità massima di lettura BD 2x (BD-ROM).
DVD 8x (DVD-ROM).
CD 24x (CD-ROM).
SACD 2x.

Dimensioni
Circa 325 x 98 x 274

Peso
Circa 5 Kg

ps3b.jpg

La Play Station 3 nel resto del mondo è stata venduta in due versioni, una con HDD (hard disk) da 20 giga, limitata anche dalla mancaza del WiFi, ed una con HDD da 60 giga, con una differenza di prezzo di 100 dollari (500 $ quella da 20 gb, 600 $ la versione da 60gb).

In Europa, e quindi in Italia, è commercializzata solo la versione da 60 GB al prezzo di 600 euro.
Una delle particolarità della PS3 è il Blue Ray. Trattasi di un supporto proprietario capace di generare un segnale ad alta definizione, probabile standard del futuro nel Home Video.
Ma quanto è lontano questo futuro? A quanto pare fin troppo. Per poter godere appieno della qualità di PS3 dovremo forza cose munirci di una TV HD Ready o HD Full (la PS3 gestisce sia il segnale 720p che 1080p) dai prezzo non ancora accessibili, e che ancora non presentano sistemi rodati, quindi non esenti da imperfezioni.

Giocare a PS3 su un crt è abbastanza snervante, questo non solo perchè i giochi non sono adattati alla risoluzione di un normale tv, ma anche perchè la Sony non commercializzerà il cavo Scart rgb, saremo quindi costretti a collegare la console unicamente tramite composito (compreso nella confezione, il peggiore dei cavi disponibili) con un’elevatissima perdita di qualità e nitidezza.

Per chi invece potrà godere dell’alta definzione è consigliabile l’acquisto di un cavo component o HDMI.
La PS3 non si ferma al solo gioco, il lettore BR è principalmete pensato per la visione di film in Alta definizione, disponibili, appunto, sui Blue Ray.

Il BR però ha delle controindicazioni che pesano sul lato ludico della console. Sfortunatamente questo supporto è abbastanza lento, ciò causa tempi di caricamento estremamente lunghi (in alcuni casi più lungi dei giochi PS2) e ciò è riscontrabile in alcuni dei titoli di lancio, uno su tutti Formula Uno 2007.
Ultima innovazione di PS3 è il pad, o meglio, se da un punto di vista il neo battezzato Sixaxis volge il suo sguardo al futuro, per quanto riguarda ergonomicità e reattività dei componenti siamo molto ma molto indietro.

La Sony ha preferito non rischiare e riproporre l’ormai storico (ed antiquato) design del Dual Shock. Sfortunatamente questa non puù dirsi una scelta felice, perchè, se 10 anni fa poteva essere un buon pad, oggi risulta veramente scomodo, sopratutto se si è entrati in contatto con il pad della 360.
Come se non bastasse sembra esserci stato un calo generale della qualità dei componenti; le due leve analogiche hanno ora una resistenza minore e ciò non permette un buon controllo delle stesse, le quali alla minima pressione tenderanno a spostarsi troppo velocemente da una parte all’altra, tutto ciò si ripercuote negativamente sull’esperienza di gioco e su titoli simulativi come il sopra citato Formula Uno.

Da segnalare la trasformazione di L2 ed R2 in due tasti analogici con corsa simile ai trigger della 360 (anche qui nulla di eccezionale, quest’inserimento si rivela più una forzatura che un’accurata ricerca di design) e la perdita della vibrazione, per ora, infatti a marzo 2007 Sony ha raggiunto un accordo con la Immersion, azienda detentrice dei brevetti relativi alla funzione di vibrazione dei joypad, aprendo così uno spiraglio per un prossimo inserimento della suddetta funzione nei joypad della Playstation 3.
Per sopperire a queste mancanze/inaccuratezze la Sony ha ben pensato di inserire all’ interno del suo pad un sensore di movimento (3 assi per il movimento, 3 assi per l’accellerazione, da cui il nome Sixaxis). Qualcuno potrebbe pensare che quest’ aggiunta sia stata fatta per limitare la “distanza” con il Wii di Nintendo, potrebbe essere così, ma non sta a noi giudicare. All’ atto pratico i due pad sono estremamente diversi, il suo design lo rende più simile al Sidewinder di Microsoft uscito svariati anni fa su pc, che al Wiimote (alias Telecomando) di Nintendo.

Attualmente non sono molti i giochi che sfruttano tale feature, tra questi troviamo Motorstorm (possiamo guidare inclinando il pad da un lato all’altro), e qualche altro gioco dove le funzionalità di movimento si riducono ad un semplice cameo (in Genji, per esempio, dando un colpetto a destra o a sinistra il protagonista rotolerà da un lato all’ altro, nulla di così trascendentale insomma).
I possessori di PS e PS2 gioiranno alla notizia della retrocompatibilità via software, attualmente al 100 % per i giochi PS, ed all 80% per quelli PS2, in continuo aumento grazie agli aggiornamenti del firmware che Sony rilascierà più o meno frequentemente.

Le funzionalità on line non si limitano solo allo scaricamento del firmware, ma sulla falsa riga del servizio Live di Microsoft sarà possibile giocare online con amici e persone di tutto il mondo utilizzando i giochi (quasi tutti) che permetteranno il multiplayer in rete. Altra novità su console Sony (ma già visto su 360 e Wii rispettivamente con Live Arcade e Virtual Console) è il Play Station Store, negozio online raggiungibile direttamente dalla console tramite il quale sarà possibile scaricare demo dei giochi in uscita, conversioni di giochi PS2 in alta definizione, giochi inediti o titoli usciti su Play Station da traferire su PSP per essere emulati sul portatile.

In definitiva, la PS3 è una console molta acerba. Al momento non ci sono videogiochi che mostrano la potenza reale del cell e della sua gpu, come ovvio che sia visto che ci troviamo nella periodo di lancio, non ci sono giochi che mostrano la “potenza” del sixaxis, e nel complesso il sixaxis è un pad vecchio di 10 anni con problemi che non dovrebbero più esserci. Tutto questo è ancora più aggravato se consideriamo il prezzo, ed il fatto che sul mercato c’è una concorrenza, agguerrita, che ad un prezzo inferiore raggiunge picchi qualitativi più alti.

Al momento l’acquisto di una PS3 è quanto mai affrettato, nel 2007 non saranno rilasciati titoli d’ importanza vitale, e moltissime (quasi tutte) delle esclusive che hanno fatto il successo delle passate console Sony sono passate alla concorrenza.
Non ci resta che aspettare e vedere come Sony riuscirà a mettere una pezza a questa gravissima emorragia di titoli.

6

Commenti

  1. Z-design 30 marzo, 2007 12:56 am

    Sembra proprio una gran bella console.
    Ora dobbiamo vedere se le Case di Videogames sapranno sfruttare al meglio le sue prestazioni…
    …all’altezza delle aspettative.

  2. leonida 30 marzo, 2007 1:37 pm

    XBox 360 Elite è ormai una realtà! è nera è stupenda e preferisco spendere meno e avere di +! 🙂
    comunque la ps3 per me è ancora acerba di titoli e come al solito ci saranno aggiornameti e revisioni di svariati problemi HW e SW. vedremo, vedremo.

  3. leonida 30 marzo, 2007 1:40 pm

    dimenticavo guardate che bella pubblicità
    W3lcom3 Chang3:
    http://img387.imageshack.us/img387/6910/ps3sized7px.jpg

  4. Cirosan 30 marzo, 2007 1:59 pm

    Vedo che l’argomento vi stimola eh? bene bene…

  5. Sweetol 18 aprile, 2007 9:56 pm

    si il pad mi sembra strano..croce poco fedele, manca il vibro, grilletti che non mi convincono e materiale + scadente rispetto ai vecchi dualscock2 (ma anche i nuovi DS2 fanno cag*re! anzi sono peggio del sixaxis)..per il resto credo che sia solo questione di tempo..quandò avrà piazzato un bel pò di console su mercato acquisterà + credibilità (assieme a tutte le esclusive che per adesso sono in discussione)..anche se VF5 esce su 360, AM2 e Sega fanno usire di solito diverse revisaioni corpose (del 4 ne hanno fatte 3!), quindi bisogna vedere come girerà..forse esce FF13 ANCHE su 360, ma chissà il 14 potrebbe essere il miglior gioco ed desclusiva di una delle due console..quindi vedremo (contate poi che il 90% delle softwarehouse sono giapponesi..ps3 è giapponese, le softwarehouse sono con ps3 :D)

  6. Sweetol 18 aprile, 2007 9:57 pm

    ps: 360 sicuramente avrà un prezzo maggiore, uscira solo a fine anno e ps3 potrebbe calare di prezzo..non so fin quanto possa essere incisiva questa mossa di M$

Lascia qui il tuo commento




    -->
  • NEWS
    IL NUOVO LIBRO DI CIRO SANNINO Sito ufficiale:V-Ray Book (in aggiornamento)

    Piattaforma E-learning, con tanti
    vray training a disposizione.