L'indice dei VRay Tutorial


0

Xbox 360: recensione a…360°!

Sharing is caring!

A Dicembre 2005 uscì la Xbox 360, da pochi mesi è arrivato nel vecchio continente il Wii e Marzo vedrà il lancio della PS3.

Tre console che offrono modi diversi di approcciarsi al videogioco, la 360 con il suo servizio Live ed un offerta ludica differenziata rispetto il predecessore, il Wii che rivoluzionerà (questo è l’intento della Nintendo) il mercato grazie al suo innovativo controller ed alla Virtual Console, e la PS3 che ripropone la linea d’azione di PS2.

Cosa accomuna queste tre console? Cosa le distingue? Quale dobbiamo scegliere? Qual’è la più potente?
Io non risponderò a queste domande, anche perchè allo stato attuale delle cose è fin troppo prematuro cercare di mettere un punto fermo.

Proviamo insieme a capire quale viene incontro ai vostri gusti, quale sta mantendo le promesse, e quale ha nella sfera un futuro roseo.

Xbox 360, Play Station 3 e Wii, questi i nomi delle console di punta che ci accompagneranno per circa 5 anni.

360 e PS3 molto simili nel hardware, nella concezione di gioco, nell’ offerta videoludica, Wii, una sfida, la Nintendo ha preso una strada diversa, quella del divertimento e del “movimento”.

Xbox 360:
L’hardware della Xbox 360 è un derivato PC studiato ad hoc, composto da un processore a 3 core, ognuno con una frequenza di 3.2 ghz. La scheda grafica realizza da Ati in strettissima collaborazione con Microsoft raggiungerà i 500 mhz e comprende 10 mb di DRAM, utili per lo sfruttamento di effetti avanzati, quali l’anti aliasing e i soft shadow, senza cali di prestazioni.

La ram a struttura unificata (utilizzata sia da CPU che GPU) è costutuita da ben 512 mb di ram DDR3 ad una frequenza di 700 mhz.

Il supporto al dolby digital 5.1, un hdd da 20 gb ed un modem ethernet per la connessione ad internet completano la macchina.

Ma vediamola nello specifico:

Dimensioni e peso:
Peso: 3,5 kg
Larghezza: 309 mm
Altezza: 83 mm
Profondità: 258 mm

CPU custom IBM basata su PowerPC:
• Tre core simmetrici da 3,2 GHz
• Due thread hardware per core; sei thread hardware in totale
• Unità vector VMX-128 per core; tre totali
• 128 registri VMX-128 per thread hardware
• 1 MB di cache L2

Processore grafico ATI custom:
•Processore da 500MHz
• 10 MB di memoria DRAM embedded
• Pipeline di ombreggiatura parallele in virgola mobile a 48 vie schedulate dinamicamente
• Architettura di ombreggiatura unificata

Memoria:
• 512 MB di memoria RAM DDR3
• DDR da 700 MHz
• Architettura di memoria unificata

Memorie di massa:
• Hard disk da 20GB scollegabile e sostituibile
• DVD-ROM 12x dual-layer
• Supporto Memory Unit a partire da 64 MB

Supporto media digitali:
• Supporto DVD-Video, DVD-ROM, DVD-R/RW, DVD+R/RW, CD-DA, CD-ROM, CD-R, CD-RW, WMA CD, MP3 CD, JPEG Photo CD
• Capacità di effettuare streaming di media da dispositivi musicali portatili, fotocamere digitali e PC basati su Windows XP
• Possibilità di effettuare il ripping di tracce musicali sull’hard disk della console Xbox 360
• Playlist personali in ogni gioco
• Media Center Extender integrato per Windows XP Media Center Edition 2005
• Visualizzatori tridimensionali interattivi a pieno schermo

Audio:
• Audio surround multicanale (non è da intendere come dolby surround, ma almeno dolby digital e forse qualcosa di più come DTS)
• Supporto audio 16 bit a 48KHz
• 320 canali di decompressione indipendenti
• Elaborazione audio a 32 bit
• Più di 256 canali audio

Supporto per giochi in alta definizione:
• Tutti i giochi sono supportati a 16:9, 720p e 1080i con anti-aliasing
• Supporto uscita video in definizione standard e in alta definizione

Ma quali sono i punti portanti della 360?
Indubbiamente il Live e la softeca che ogni giorno si amplia di titoli interessanti.

Il Live altro non è che la possibilità di giocare on-line, pratica comune su pc, ma portata alla ribalta su console dalla stessa Microsoft. Il servizio offerto è al momento il migliore e la maggior parte dei titoli disponibili lo supportano. Nella lista troviamo giochi di auto, sparatutto, giochi d’azione, ed anche GDR di cui massimo esponente è Final Fantasy XI.

La 360 punta all’ intrattenimento, fuori dalla gara del supporto ottico (sbandierata da Sony con l’ostinazione di montare il BR, di cui parleremo dopo) e dalla spinta all’ innovazione al gameplay (mossa da Nintendo, come solita fare da 20 anni a questa parte), offre un esperienza, si standard, ma rodata, e quanto meno appagante nella sua conformazione “classica”.

La 360 sta divenendo la scelta degli hardoce gamer ed in parte anche dei fantomatici casual, spinta da un catalogo in ampio aumento.

Il 2006 è passato fiacco, senza titoli di importanza vitale, e senza vendite stratosferiche (puntualmente superata in vendite da DS e PS2), ma un anno pare essere bastato alla Microsoft per dare quella fiducia necessaria alle software house ed al pubblico che sempre più si avvicina alla nuova nata in sede Redmond.

Il 2007 si annuncia come un grande anno per la 360, con giochi quali Blue Dragon, Lost Planet, Alan Wake, Halo 3, Lost Odissey, Stragehold ed altri.

Non mancano certamente problemi, e quello più grave è dovuto dall’instabilita della macchina, troppo facile a crashare e rompersi, non sono, infatti, pochi i casi di spedizione all’ assistenza, purtroppo.
A venire incontro anche a questa problematica ci sarà la produzione a 65 nanometri, processo produttivo che permette di ottenere chip più piccoli, che scaldano e consumano meno (a differenza di quelli attuali prodotto a 95 nn).

Per gli amanti del cinema, la Microsoft ha messo in vendita un lettore HD-DVD collegabile via usb alla console, al prezzo di circa 200 euro (tale lettore non verrà utilizzato per i videogiochi).

Commento:
Una console sicuramente interessante, che ha molto da dire, e molto da mostrare, al momento, per chi vuole grafica a livelli “massimi”, multimedialità e gioco online la 360 è una buona scelta.

Lascia qui il tuo commento




    -->
  • NEWS
    IL NUOVO LIBRO DI CIRO SANNINO Sito ufficiale:V-Ray Book (in aggiornamento)

    Piattaforma E-learning, con tanti
    vray training a disposizione.